BLOG

Floral Designer: come scelgono i Futuri Sposi

Quando il giorno del fatidico Sì davanti all’altare di una Chiesa o davanti un organo istituzionale si avvicina, è risaputo che – in particolare per la sposa – tutto dev’essere perfetto e nulla deve essere lasciato al caso, tanto meno il luogo dove avverranno le celebrazioni.

Ed ecco che entra in campo la figura del Floral Designer che ha come obiettivo quello di rendere ancor più di appeal i luoghi e i mezzi che faranno da sfondo, chi più e chi meno, al giorno più importante. Oltre agli sposi infatti, i quali dovranno essere perfetti sotto ogni punto di vista, anche auto, sala ricevimento, Chiesa o Municipio, accessori, testimoni dovranno certamente addobbati a festa e con creazioni floreali ad hoc.

Fermo restando quanto detto sopra, ciò che è emerso dalle analisi, effettuate sui principali portali di settore in merito alle valutazioni espresse dalle coppie sui fioristi per matrimoni, è che vengono scelti in primis in relazione alla vicinanza territoriale. La vicinanza è la prerogativa principale, soprattutto per una questione di praticità e di consegna dei fiori freschi, oltre a eventuali decorazioni da indossare per sposi, genitori degli sposi e damigelle. Inoltre è sempre comodo avere il laboratorio in zona in caso di necessità e urgenze.

In che modo gli sposi scelgono il Fiorista per il loro matrimonio?

Dalle analisi è emerso che gli sposi tendono a ricercare e quindi a mettersi in contatto con un fiorista una volta scelti la Chiesa, la sala ricevimento e abito. Ciò significa che, nel momento del primo incontro, il professionista può già fare i primi ragionamenti in merito a creazioni e colori.

Sempre dalla ricerca è scaturito che la prima caratteristica che valutano gli sposi circa i servizi del fiorista è proprio il rapporto qualità/prezzo, tuttavia anche solo il prezzo pare essere una determinante molto importante nella scelta.

Quel che agli sposi piace, nella fattispecie più alla sposa, è la capacità del professionista di farli sentire importanti durante la scelta dei fiori. Elementi come personalizzazione e creazioni degli addobbi inoltre sono importantissimi e pongono il fiorista ad un passo dall’aver acquisito un cliente.

Sempre sotto il profilo delle creazioni, c’è da aggiungere che sempre più coppie adorano indossare le composizioni floreali e – anche – vederle indossate agli invitati.

La caratteristica della professionalità è comunque una prerogativa fondamentale che il fiorista deve possedere e deve far trasparire in ogni punto del processo di acquisto, sin dal momento in cui la coppia cerca il fiorista in zona fino al contatto di persona o telefonico. L’obiettivo è riuscire, attraverso un approccio umano, a capire quali sono le esigenze del cliente e trasformarle in realtà. In questo senso, se il fiorista riesce a rendere reale ciò che vuol trasmettere al cliente è sicuramente un valore aggiunto non di poco: riuscire a mostrare una chiesa o una sala ricevimenti prima e dopo l’addobbo floreale è un elemento che rende – seppur in parte – tangibile la professionalità e la competenza del floral designer.

In sostanza, dalla ricerca si evince che anche se le coppie scelgono in base al prezzo il servizio, strizzano comunque l’occhio alla qualità che non è data solo dalla gradevolezza dei fiori quanto dalla professionalità e all’originalità di chi deve vendere il servizio.

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su twitter

Compila il form con i tuoi dati e ti ricontatteremo entro 24h lavorative.

Dopo un primo incontro/call di pre-consulenza e un breve questionario, valuteremo se e in che modo possiamo supportati per la crescita della tua azienda.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *